Difficoltà

Bassa

}

Preparazione

20 minuti

Dosi

6 persone

Costo

Basso

Presentazione

U pani caliatu, cioè biscottato, ovvero cotto in forno due volte, era una volta il pane quotidiano.

Nei paesi e nelle campagne quello fresco era quasi un’eccezione ed era disponibile solo quando una famiglia faceva il proprio pane.

Ciò non significa che il pane fresco fosse così raro, e gli scambi erano una consuetudine; chi panificava offriva il proprio pane ancora caldo ai vicini, alimentando e consolidando i rapporti di amicizia e solidarietà.

Il pane cunzato è il pane condito, che sia fresco o secco.

In Sicilia è cibo comune, semplice ma meravigliosamente gustoso. Si definisce cunzato il pane caldo condito con olio e sale, così come uno spicchio di cucciddatu (pane di grano duro circolare) farcito di ogni bendidio.

Ingredienti per 6 persone

  • 6 spicchi di pane caliatu o freselle
  • 600 gr di pomodori piccadilly
  • 1 cipolla rossa di Tropea
  • 1 presa di origano secco
  • 2 cucchiai di capperi sottosale
  • olio
  • sale
  • pepe

Preparazione

Bagnare il pane biscottato e sbriciolarlo in una ciotola a pezzi non troppo piccoli.

Versarvi sopra quattro cucchiai abbondanti di olio extravergine di oliva e mescolare accuratamente.

Tagliare in quattro parti i pomodori piccadilly e aggiungerli al pane bagnato, mescolando nuovamente.

Affettare finemente la cipolla e lasciarla a bagno in una terrina con acqua e ghiaccio per 10 minuti.

Scolare e aggiungere quindi la cipolla al pane e pomodori, finendo con una generosa presa di origano e i capperi dissalati.

Aggiustare di sale e pepe e finire con altri 2 cucchiai di olio.